Per offrire una migliore esperienza di navigazione e per avere statistiche sull'uso dei nostri servizi da parte dell’utenza, questo sito usa cookie anche di terze parti.
Chi sceglie di proseguire nella navigazione su magazine.familyhealth.it oppure di chiudere questo banner, esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più consulta la nostra Cookie Policy .

Ho capito, chiudi il banner.

X

La pelle specchio del benessere

14 aprile 2017

1903 Views

di Giorgio Donegani, tecnologo alimentare

Non è solo un fatto estetico: la bellezza della pelle riflette la salute dell’intero organismo. Non dobbiamo scordarci, infatti, che è un vero e proprio organo vitale, addetto alle “public relations” del nostro corpo con l’ambiente: permette la traspirazione, assorbe e filtra i raggi del sole, aiuta la regolazione della temperatura corporea, protegge i tessuti interni dal contatto con i germi…  

 

 

Normale, grassa o secca?

Esposta suo malgrado al contatto diretto con l’ambiente, la pelle può assumere caratteristiche diverse da persona a persona.

  • La pelle normale è liscia, compatta e priva di impurità. Ha un aspetto luminoso e levigato, con i pori sebacei poco visibili.
  • La pelle grassa, può essere oleosa, lucida con una forte eliminazione di sebo fluido, oppure asfittica, opaca e quasi disidratata, con il sebo consistente che tende a ostruire i follicoli generando i comedoni (foruncoli, punti neri…).
  • La pelle secca è quella dove le ghiandole sebacee sono poco funzionanti e di conseguenza lasciano la cute asciutta e poco protetta. Le pelli secche si presentano tese, fini, opache, quasi avvizzite, tendono a fessurarsi facilmente e sono più inclini all’invecchiamento.

Cura e nutrimento

Quale che sia la tua tipologia di pelle, la pelle deve essere nutrita e curata come ogni altro organo, e il vero nutrimento non arriva tanto dall’esterno quanto dall’interno dell’organismo. Creme idratanti, maschere di bellezza, latti tonificanti… utilizzati nel modo giusto, i cosmetici sono certamente utili per la salute della cute, ma non devono far passare in secondo piano l’importanza del cibo come primo veicolo per migliorarne il tono e mantenerne la giusta elasticità.

Amici per la pelle…

Ma quali sono le sostanze più utili per la salute della pelle? E in quali alimenti si trovano maggiormente?

  • La vitamina A, forte antiossidante, favorisce il distacco dall’epidermide delle cellule morte e la loro sostituzione con i nuovi tessuti. In forma di beta-carotene (suo precursore), è abbondante in tutti i frutti e gli ortaggi colorati di giallo-arancio, e nelle verdure a foglia.
  • La vitamina C aiuta la formazione del collagene che dà struttura alla cute e la mantiene elastica. Inoltre, rafforza le difese dell’organismo verso gli stafilococchi (la causa maggiore dei foruncoli). Ne sono ricchi gli agrumi, ma anche kiwi e frutta acidula in genere, peperoni e cavoli.
  • La vitamina E è chiamata addirittura “vitamina della giovinezza”, tanto è efficace la sua azione contro i radicali liberi. Ne sono un’ottima fonte i frutti oleosi: noci, mandorle e nocciole.
  • La vitamina H è utile contro le dermatiti causate da un’eccessiva produzione di sebo (soprattutto all’attaccatura dei capelli e ai lati del naso). È abbondante nel fegato e nel tuorlo d’uovo.
  • Gli antiossidanti (flavonoidi, polifenoli, antociani…), presenti in molti vegetali freschi, migliorano la microcircolazione e proteggono la pelle dall’invecchiamento causato radicali liberi. Ne sono una vera miniera i frutti di bosco: mirtilli, more, lamponi e ribes.
  • I fermenti probiotici riequilibrano la flora batterica intestinale e svolgono una preziosa azione antiputreffativa durante la digestione delle proteine e dei grassi. La fonte migliore? I latti fermentati probiotici.
  • Le fibre coadiuvano e stimolano efficacemente la funzionalità intestinale ostacolando ulteriormente quei fenomeni putrefattivi che producono fenomeni di riscaldo con conseguenze dirette sull’aspetto della pelle. I cereali integrali sono una fonte importante di fibre, ma è essenziale anche l’assunzione di fibre solubili (come l’inulina dei carciofi e della cicoria) che fungono da nutrimento (fibre prebiotiche) per la naturale flora intestinale.
  • L’acqua e il tè: dobbiamo bere molto per mantenere la pelle idratata e favorire l’espulsione delle tossine. È perfetta l’acqua del tipo oligominerale (con un residuo fisso non superiore a 500 mg/l), e di tanto in tanto il tè verde, ricco di polifenoli che recenti studi indicano essere addirittura più efficaci della vitamina E nel proteggere la pelle dall’invecchiamento.

Family Health si impegna a diffondere la cultura della prevenzione consapevoli che il primo passo per il proprio benessere è pensare alla salute.

Prova Family Health e il suo Fascicolo Sanitario Digitale Personale. Archivia i tuoi referti medici, condividi informazioni corrette con il tuo medico e tramanda la tua storia clinica alle generazioni future. SCOPRI DI PIù!

Patrocinato da: