10 buoni consigli per la cura del seno della donna che desidera allattare

Sei in gravidanza o hai appena partorito e vuoi allattare? Non farti spaventare da paure infondate. Qui puoi trovare 10 semplici consigli per vivere al meglio l’esperienza dell’allattamento al seno.

 

 

 

 

  1. Conoscere il proprio corpo ed accettare le naturali modificazioni che avvengono durante la gravidanza, il parto e nei giorni a seguire.
  2. Credere che si possa nutrire naturalmente il proprio bimbo.
  3. Scegliere di allattare al seno.
  4. Non lavare il seno con sapone o con  disinfettanti sia prima sia dopo la poppata: tali sostanze asportano la protezione naturale della pelle rendendola ancora più delicata ed alterano l’odore della mamma che attrae il piccolo verso il seno.
  5. Usare i comuni fazzoletti (da tasca, non profumati) in cotone. Per controllare eventuali perdite di latte si consiglia di cambiare  frequentemente per non ostacolare la fisiologica traspirazione della pelle del seno e del capezzolo  e per evitare irritazioni.
  6. Il dolore al capezzolo, presente nei primi giorni di allattamento, è un sintomo ricorrente ma del tutto normale, spesso cessa  spontaneamente senza ricorrere ad alcun tipo di medicamento.
  7. E’ utile lasciare per qualche tempo i seni scoperti, in particolare lasciare seno e capezzolo all’aria durante e anche dopo la poppata.
  8. Lasciare asciugare il latte materno sul capezzolo a termine della poppata.
  9. Se si hanno dubbi contare su qualcuno che sappia “esserci” e di cui ci si fidi (e che abbia allattato!).
  10. Ricordiamoci che esistono strumenti che, se subentrano difficoltà e se ben usati, possono essere d’aiuto (stimolatori, fuoriuscita capezzoli, paracapezzoli, tiralatte).

 

di Massimo Agosti

questo articolo