SLOW-MOB: SI AI VACCINI, RADUNIAMOCI!

Mappa Si Ai Vaccini

Questo è uno slow-mob, la manifestazione pacifica di chi crede nel progresso e vuole sostenere la scienza nella lotta contro il vero ed unico nemico: la malattia. “SI AI VACCINI” significa “SI AL PERFEZIONAMENTO”, si alla ricerca del vaccino perfetto che unisca l’umanità e non la divida.

Lo slow-mob è una campagna calma, procede senza fretta e non si arresta mai. E’ un inno alla riflessione, al dialogo e al predominio della razionalità, perché troppo spesso prendiamo decisioni avventate sulla base di una emozione. I vaccini sono una successo della razionalità dell’uomo, hanno impiegato decenni per cancellare completamente dalla faccia della terra alcune malattie, non possiamo affidare la loro sorte, oggi, a giudizi affrettati. Possono essere migliorati? Sicuramente, ma negarli non è la strada giusta per svilupparne di nuovi.

Cos’è la mappa SI AI VACCINI? Tutti insieme sulla mappa scriveremo “SI AI VACCINI” in caratteri rossi su sfondo blu. Ogni punto è un segnaposto che evidenzia un particolare luogo; vedi? Ogni punto è un luogo. I punti rossi, tutti insieme, disegnano la scritta, i punti blu lo sfondo.

Ogni punto rappresenta una persona che vive in quel determinato luogo, che crede nell’importanza dei vaccini e nella ricerca scientifica e che ha deciso di farlo sapere a tutti.

Se anche tu pensi che lo siano, accendi un punto della scritta “SI AI VACCINI”, una scritta grande come tutta l’Italia, scritta dagli Italiani. La scriviamo su una mappa in modo che tutto il mondo la possa vedere. La scriviamo tutti insieme, tante piccole luci per sostenere chi fa ricerca e lotta ogni giorno contro le malattie.

Come si fa ad accendere un punto della mappa e unirsi a questo messaggio corale?
E’ facile, vai qui: Anch’Io Dico Si Ai Vaccini

FORZA SCIENZA! FORZA VACCINI! FORZA SLOW-MOB


Perché Family Health crede nell’importanza del vaccino? Perché Family Health è una iniziativa nata per diffondere la cultura della prevenzione. Si parla spesso di prevenzione, ma ancora un Italiano su due si cura solo quando è malato. E se chiedete ai giovani cosa significa “Prevenzione” vi guarderanno straniti: non lo sanno. Serve che di prevenzione si parli e che se ne comprenda l’importanza.


Cerca nella tua città chi, fra i tuoi amici, ha già acceso il segnaposto


questo articolo