Nonni e nipoti in vacanza per compagnia e per costruire un solido rapporto d’amore

Nonni e nipoti in vacanza per compagnia e per costruire un solido rapporto d’amore. Un rapporto fatto di coccole, alcuni vizi e di tempo pieno senza genitori tra i piedi.

Tempo di vacanza e di relax

In una società votata al lavoro e al ritmo frenetico, sapere di poter contare sui nonni è una vera ricchezza: sono ben 1.000.000 di nonni, in Italia, a portare in vacanza 1.700.000 nipoti. Per i genitori, ma anche per i nipoti. Per conservare l’equilibrio e andare d’accordo, però, meglio osservare alcune buone norme. I nonni possono essere più giocosi e spensierati, accondiscendenti e fantasiosi, ma devono anche riconoscere i propri limiti ed evitare di sovrapporsi ai genitori dimostrandosi eccessivamente permissivi. I nonni dovranno accogliere senza essere dirompenti per assicurare una vacanza rilassante e una ripresa della quotidianità senza troppe iperboli.

Con questo obiettivo, a vacanza finita, il ritorno in famiglia sarà con un bagaglio carico di belle esperienze da raccontare e da ricordare, rafforzando ancora di più il clima sereno dell’intera famiglia.

Kent Haruf

In Italia, grazie alla casa editrice NN Editore, da quasi un anno è uscito “Le nostre anime di notte” di Kent Haruf, autore americano scomparso nel 2014. Un libro delicato, commuovente, capace di rapire e di far comprendere anche ciò che sembra inizialmente impossibile: un gesto d’amore tra due anziani.

Pagina dopo pagina

Proposta ardua dopo proposta, si snoda la complicità di questi due vedovi, Addie Moore e Louis Waters, e della loro storia di amicizia, intimità e amore fatta di racconti sussurrati alla luce delle stelle, piccoli gesti complici e pelle illuminata da abatjour.

Il piccolo protagonista di questo libro

Jamie, il nipote di Addie,  ad un certo punto irrompe nella storia sconvolgendo i piani dei due vedovi e mettendo la donna davanti alla responsabilità di essere madre e nonna.

Al termine della scuola Jamie arriva da Annie e Louis carico di ansie, disagio e di paure fatte di separazioni e continui abbandoni, che solo la calma e la pazienza e l’amore della nonna potranno lenire.

Il piccolo è un concentrato di nevrosi respirate dai genitori, coppia in crisi in cerca di identità, che nella quotidianità con i due anziani si acquieta, diventando nipote dentro una dimensione nuova.

Sarà proprio la pazienza e la delicatezza della sua nonna, e del suo aspirante nonno, che con gesti semplici, fermezza e carezze farà capire a Jamie l’importanza dell’amore per la famiglia, facendo a sua volta una grande rinuncia.

Vale la pena godersi un bene così grande

Lasciare i figli in vacanza con i nonni è un balsamo curativo per tutta la famiglia se fatto con intelligenza e senza gelosie. I figli, però, non devono dare per scontato che i genitori, anche se anziani, non abbiano brucianti passioni da vivere, quindi, ognuno dovrà rispettare gli spazi degli altri.

Qualche piccolo consiglio

  • Distacco graduale dai genitori prima della vacanza con i nonni
  • Malinconia in arrivo? I nonni possono raccontare una storia
  • Fissare degli appuntamenti quotidiani, al telefono o via Skype con i genitori
  • I nonni possono concedere piccole trasgressioni e qualche vizietto, genitori non siate troppo rigidi
  • Dimostrare sempre al bambino di aver piena fiducia nei nonni
  • La vacanza con i nonni è un’opportunità per fare nuove esperienze
  • Godetevi la vita di coppia

 

di Redazione Family Health

questo articolo