In forma con la frutta e la verdura dell’estate

In estate bruciamo meno calorie, sudiamo di più e, spinti dalla naturale saggezza del corpo, ricerchiamo cibi freschi e leggeri, ricchi di acqua, vitamine e sali minerali… I migliori? Frutta e verdura ovviamente!

 

Per l’insalata…

La carota, un’abbronzante naturale

È una miniera di beta-carotene, una sostanza che si trasforma in vitamina A all’interno dell’organismo, svolgendo una potente azione antiossidante che aiuta a contrastare i danni dei radicali liberi prodotti dalle radiazioni solari. Se consideriamo poi che il beta-carotene favorisce direttamente la produzione di melanina (il pigmento scuro che la pelle produce quando è stimolata dal sole), ecco che la carota diventa davvero l’alimento ideale per prepararsi alla tintarella nel modo più sicuro ed efficace…

Il cetriolo, meglio di una bibita

Sembra impossibile, eppure il cetriolo contiene più acqua di un’aranciata: addirittura 96,5 g di acqua su 100 g di cetriolo. Una specie di bevanda solida, davvero ideale per reidratare l’organismo dopo una bella sudata. Tanto più che fornisce pochissime calorie (appena 14 kcal per 100 g) e agisce come diuretico, indicato anche nelle diete ipocaloriche dimagranti.

La cicoria, un buon antianemico

Le foglie di colore verde scuro contengono parecchia vitamina A, molto ferro e una certa quantità di vitamina C.  Per queste caratteristiche, la cicoria è utile come antianemico e per proteggere la pelle. Oltre a questo, esercita un’azione tonico digestiva, legata alla presenza di componenti amari, ed è un efficace stimolante della secrezione biliare.

La melanzana, per digerire meglio

Il viola della buccia è dovuto alla presenza di antociani, preziosi per mantenere l’elasticità dei vasi sanguigni. Inoltre, sono decisamente interessanti alcuni principi farmacologici ancora non ben studiati, tra cui la solasonina e la nasunina, capaci di stimolare la contrazione dei muscoli dell’apparato digerente e la secrezione degli ormoni surrenali. A rendere ancora più efficace l’azione digestiva della melanzana c’è poi il fatto che fornisce sostanze amare, stimolanti dei succhi gastrici e della bile.

Il peperone, un pieno di vitamina C

Tanto il peperone giallo quanto quello rosso sono ricchissimi di vitamina C  (ne contengono il triplo rispetto all’arancia) che conferisce loro una buona azione antinfettiva e la capacità di tonificare i  vasi sanguigni. Per conservare al meglio le loro proprietà, i peperoni andrebbero consumati crudi, passandoli prima rapidamente sulla fiamma per favorire il distacco della buccia, che è indigesta.

Il pomodoro, disseta e protegge

Pochissimo calorico (soltanto 19 calorie  per 100 g di pomodoro fresco) il pomodoro è ricco di sali minerali, in particolare di potassio e calcio, che lo rendono un ottimo dissetante e remineralizzante. Il suo colore rosso è dovuto a una particolare sostanza, il licopene, che ha fortissime proprietà antiossidanti e preventive nei confronti delle malattie cardiocircolatorie e di alcuni tipi di tumore.

La zucchina, ottima contro la fatica

Infine, così gradevole per il suo gusto delicato e fresco, la zucchina è completamente priva di grassi e contiene un’elevata quantità di potassio (600 mg per 100 g di zucchine, il doppio rispetto alle banane) così da funzionare egregiamente come ortaggio “antifatica”, capace di prevenire i crampi.

 

Per la macedonia…

L’albicocca, la più ricca di vitamina A

100 grammi di polpa d’albicocca contengono addirittura 360 mcg di vitamina A, e questo la rende il frutto ideale per proteggere la pelle, le mucose gastrointestinali e per mantenere in perfetta efficienza la vista. Ricca di potassio, è utile anche per contrastare la debolezza e combattere la depressione.

L’anguria, molta acqua e poche calorie

Frutto simbolo dell’estate, tra i più dissetanti e rinfrescanti, l’anguria, a dispetto del suo gusto dolce, contiene solo una piccola quantità di zuccheri (nemmeno 4 g per un etto di frutta) e fornisce una quota di calorie molto bassa (15 kcal per 100 grammi di polpa). Il “dolce” ideale, quindi, per chi lotta con la bilancia.

Le ciliegie, per depurare il sangue

Altrettanto gradevoli, le ciliegie vantano un’ottima capacità remineralizzante e funzionano come depurative del sangue e disintossicanti. Forniscono anch’esse poche calorie, circa 38 per 100 g di polpa, e costituiscono la base perfetta per dessert sani e leggeri.

I frutti di bosco, una farmacia naturale

Il mirtillo ha proprietà astringenti e antibatteriche e protegge efficacemente i vasi sanguigni. Le more non sono da meno: contengono vitamine, sali minerali, acidi organici e svolgono un’efficace azione astringente. Senza scordare i ribes, un vero concentrato di vitamine: 100 g di ribes contengono addirittura 200 mg di vitamina C, quattro volte la quantità presente nelle arance.

Il melone, un fresco integratore

Ricchissimo di potassio (è il frutto fresco che ne contiene di più), il melone è anche una fonte importante di vitamina A e di vitamina C. A completare il valore nutritivo, non mancano poi le vitamine del gruppo B, così come è presente una buona quantità di licopene. Insomma: un vero e proprio integratore dietetico naturale.

La pesca dissetante e depurativa

Tra i più tipici frutti estivi, la pesca contiene discrete quantità di vitamina A e di sali minerali. Ottimo dissetante, svolge un’efficace azione depurativa e regolatrice dell’acidità del sangue. Ha anche la capacità di stimolare la secrezione gastrica e possiede proprietà blandamente lassative.

La prugna, per combattere la fatica

A proposito di azione lassativa e regolatrice delle funzioni intestinali, merita un’attenzione particolare la prugna, che ha anche proprietà tonificanti e stimolanti del sistema nervoso, specialmente se si ha l’accortezza di consumarla a digiuno. Se poi si scelgono le prugne rosse, si può contare anche una buona dose di pigmenti antiossidanti.

 

di Giorgio Donegani

questo articolo