Quattrocchi o faccia di ferro? Il segreto è scoprirsi unici e irripetibili

Quattrocchi o faccia di ferro, il segreto è scoprirsi unici e irripetibili. Un paio di occhiali, o un apparecchio correttivo per i denti, non devono essere causa di disagio e insicurezza negli adolescenti, che preferiscono strizzare gli occhi per mettere a fuoco o avere i denti sporgenti piuttosto che correggerli.

Ricordate Ugly Betty?

Bruttina e insignificante, scelta a lavorare nella moda proprio per non far cadere in tentazione il suo capo, perché comunque l’apparenza è tutto, avrà difficoltà a fare nuove amicizie sul lavoro e i suoi colleghi cercheranno di sabotarla e umiliarla per farla andare via in tutti i modi.

Eppure anche la brutta Betty avrà un lieto fine: il capo e i colleghi la adoreranno e non potranno più fare a meno di lei. Bisognerebbe imparare a non prendersi troppo sul serio e a ricordarsi che non tutto è per sempre, ad esempio l’apparecchio, ma che un giorno permetterà di avere denti bellissimi.

Dottoressa Miolì Chiung psicologa e psicoterapeuta cognitivo-comportamentale, come possiamo aiutare i ragazzi, che già hanno una bassa autostima, a fortificarli e a farli crescere nella consapevolezza che sono altro rispetto all’apparenza?

“I difetti fisici spesso diventano causa della forte insicurezza e la forte insicurezza non ci fa accettare i nostri difetti. Questo circolo vizioso non permette ai giovani di apprezzare i loro “difetti” che sono le caratteristiche del loro essere. La paura di non essere accettati dal gruppo spinge i ragazzi a volersi omologare per poter soddisfare il loro bisogno di appartenenza. Bisognerebbe cominciare a parlare di caratteristiche personali e non difetti, poiché in questa parola vi è una connotazione negativa. I ragazzi si focalizzano sul dettaglio e spesso lo amplificano, facendolo diventare a volte un’ossessione. E’ quindi necessario scoprire la bellezza della diversità e rivedere, in questa, una fonte d’ispirazione. Emotivamente l’essere omologati e non “diversi” permette ai ragazzi di credere di essere immuni al confronto con l’altro, alla derisione, al bullismo. Bisogna lavorare, sin da piccoli, sull’accettazione delle proprie risorse, sulle competenze e non sull’aspetto esteriore. Già in famiglia è possibile avviare questo processo che permetterà a ogni ragazzo di avere il piacere di essere unico e non replicabile”.

Solo con la consapevolezza si possono trovare numerosi accorgimenti per valorizzare caratteristiche momentanee, ad esempio, comprando una montatura di occhiali colorata, dalla forma originale e adatta al viso. Nascondersi, essere “invisibili” vi farà notare ancora di più, mentre vivere bene con se stessi spiazzerà e non darà modo a nessuno di entrare nella sfera emotiva.

Gli apparecchi per i denti oramai possono essere colorati e trasparenti ma mostrare grandi sorrisi sbaraglierà chiunque abbia cattive intenzioni. Il look si può fortificare, davanti allo specchio si può essere il più bello o la più bella ma senza perdere il vostro centro che farà di voi quei tipi unici e irripetibili.

di Redazione Family Health

questo articolo