Per offrire una migliore esperienza di navigazione e per avere statistiche sull'uso dei nostri servizi da parte dell’utenza, questo sito usa cookie anche di terze parti.
Chi sceglie di proseguire nella navigazione su magazine.familyhealth.it oppure di chiudere questo banner, esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più consulta la nostra Cookie Policy .

Ho capito, chiudi il banner.

X

4 miti da sfatare sull’acne. Cioccolato, sapone, sole e trucco

20 dicembre 2017

405 Views

di Maria Michela Lavieri, dermatologa

Sfatiamo alcune idee diffuse che non hanno nessun valore scientifico e che anzi possono peggiorare o favorire l’acne. Ecco 4 miti da sfatare sull’acne.

Hai l’acne perché ti lavi poco. Lavarsi spesso il viso preserva dall’acne. FALSO

Non esiste alcuna correlazione tra acne e scarsa igiene. Non serve quindi lavare continuamente il viso nel tentativo di pulire bene la pelle per evitare l’effetto lucido conseguente all’eccessiva secrezione di sebo.

La frequente detersione può favorire la disidratazione e irritazione della pelle, che può rispondere con una maggiore produzione di sebo. E’ importante scegliere un detergente adatto a pelli acneiche e seborroiche, che abbia quindi proprietà detergenti senza irritare la pelle.

Qualunque cosmetico, pur di coprire i brufoli. FALSO

Quando si compra un cosmetico è importante verificare le caratteristiche del prodotto orientando la scelta su quelli specifici per pelli acneiche, oil-free e non comedogenici (che favoriscono la comparsa di punti neri). Il rischio, altrimenti, è quello di peggiorare la situazione favorendo infiammazione, occlusione e proliferazione batterica.

Il sole migliora l’acne, perchè “secca i brufoli”. FALSO

Sono pochissimi i casi in cui si osserva un miglioramento dopo l’esposizione al sole. Anzi, dopo poche settimane dal rientro dal mare si ha un effetto rebound, con la comparsa di lesioni acneiche anche in forma più grave.

Chi soffre di acne è bene che protegga la pelle dai raggi solari utilizzando specifici prodotti solari non comedogenici, oil-free e con sostanza seboregolatrici.

Cioccolato, fritti e dolci vietati se hai l’acne. DIPENDE!

Il dilemma della relazione tra dieta e acne è ancora aperto e sono necessari altri studi scientifici che valutino la relazione tra alimentazione e acne.

Vale sempre il detto “in medio stat virtus”, quindi meglio una alimentazione sana senza eccedere con il consumo di alcuni cibi che possono contribuire a peggiorare l’acne nei soggetti predisposti o affetti da tale patologia.

Meglio controllare l’assunzione di cibi iperglicemizzanti, quelli che possono stimolare la produzione di sebo e quelli che aumentano l’infiammazione perché ricchi in omega-6. Scegli un’alimentazione a basso contenuto glicemico e ricca di antiossidanti. 

Quindi, cioccolato, fritti e dolci non sono vietati se hai l’acne, ma non esagerare e soprattutto, fai attenzione!

 

 

Family Health si impegna a diffondere la cultura della prevenzione consapevoli che il primo passo per il proprio benessere è pensare alla salute.

Prova Family Health e il suo Fascicolo Sanitario Digitale Personale. Archivia i tuoi referti medici, condividi informazioni corrette con il tuo medico e tramanda la tua storia clinica alle generazioni future. SCOPRI DI PIù!

Patrocinato da: