Per offrire una migliore esperienza di navigazione e per avere statistiche sull'uso dei nostri servizi da parte dell’utenza, questo sito usa cookie anche di terze parti.
Chi sceglie di proseguire nella navigazione su magazine.familyhealth.it oppure di chiudere questo banner, esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più consulta la nostra Cookie Policy .

Ho capito, chiudi il banner.

X

Anno Nuovo…Girovita nuovo! Come ritrovare la linea dopo le feste

17 gennaio 2018

838 Views

Di Martina Donegani, biologa nutrizionista

“Basta, da domani mi metto a dieta!”. All’inizio del nuovo anno, i buoni propositi non mancano mai e il verdetto della bilancia, dopo le abbuffate delle feste, non fa che rinforzarli.  Bene, ma come fare per rimettersi in forma e depurare l’organismo, senza rischiare di danneggiarlo ulteriormente?

Niente scorciatoie

Le diete “bruciachili” improvvisate sono da evitare nel modo più assoluto: provato da un periodo di eccessi e disordini alimentari, il fisico ha bisogno di un programma graduale, che abbini una dieta leggera e disintossicante a un giusto livello di attività fisica. Fegato, reni e intestino sono gli organi messi più a dura prova in questo periodo e quelli da rimettere in sesto per primi. Il fegato è un po’ il laboratorio chimico del nostro corpo: è lì che fanno tappa le sostanze assimilate col cibo per essere trasformate e distribuite agli altri organi, ed è lì che si accumulano eventuali tossine che è importante smaltire in fretta. Così come è essenziale ripulire i reni dall’eccesso di scorie lasciate dall’alimentazione sbilanciata, e restituire all’intestino la sua piena funzionalità, ristabilendo l’equilibrio della naturale flora microbica e ripristinando una corretta motilità.

Le regole fondamentali

Per correre ai ripari e iniziare l’anno nel migliore dei modi, occorre agire su tre fronti:

  • adottare uno stile di vita regolare, per quanto riguarda l’orario e il numero dei pasti
  • Impostare una dieta equilibrata e moderatamente ipocalorica, senza eccedere con i grassi, curando molto l’idratazione
  • Svolgere con continuità un po’ di esercizio fisico

Un “programma benessere” così impostato permetterà non soltanto di perdere i chili di troppo, con la certezza di non riacquistarli in breve tempo, ma anche di guadagnare quella costante sensazione di “sentirsi energici” che è il primo indicatore della buona salute.

Partire con il piede giusto…

Colazione, uno spuntino a base di frutta fresca di stagione, pranzo, cena e una merenda leggera pomeridiana (a base di frutta fresca o frutta secca a guscio): questa la scansione dei pasti da rispettare rigorosamente, senza saltarli e senza aggiungerne altri. Anche se l’esigenza è quella di dimagrire un po’, la colazione non va mai saltata, anzi, è ormai provato che non fare colazione favorisce l’accumulo di grasso e rallenta il metabolismo. La colazione ideale dovrà essere a base di latte parzialmente scremato o yogurt, con una fonte di carboidrati complessi (pane integrale o di segale, cereali integrali o fiocchi di avena…), e un po’ di frutta fresca, privilegiando quella di bosco.

Un pranzo leggero

A pranzo è possibile avere un buon risparmio calorico, seguendo semplicemente qualche piccolo accorgimento:

  • invece di un pasto pluriportate, composto da primo, secondo e contorno, meglio abituarsi a consumare un piatto unico, preceduto da un antipasto di verdure. Un piatto di cereali integrali (riso, farro, pasta…) con verdure e un po’ di legumi può essere un’ottima idea.
  • cucinare preparazioni semplici, con pochi grassi aggiunti e cotte in modo da non appesantire la digestione. Ideali quindi la pasta e il riso con condimenti di verdura e olio evo a crudo, mentre se si vuole optare per un secondo piatto, abbinato a un pezzetto di pane integrale per completare l’apporto di carboidrati, vanno bene le carni bianche o i pesci magri, cotti al vapore o alla piastra.
  • Per una digestione più rapida, evitare qualunque tipo di frittura, i salumi e le salse a base grassa (maionese ecc.).
  • Un caffè dopo il pranzo è ammesso, anzi, addirittura consigliato perché, accelerando il metabolismo, aiuta a bruciare calorie.

La cena

Il pasto serale dovrà integrarsi in modo equilibrato con quello di mezzogiorno, evitando inutili ripetizioni. Per esempio, se a pranzo si mangia un piatto di pasta o riso, meglio optare a cena su un secondo piatto, alternando nell’arco della settimana le fonti proteiche (pesce, carne bianca, uova, legumi…), tenendo presente che la verdura non deve mai mancare, sia cruda sia cotta.

In questo periodo poi vale la pena di puntare su zuppe e vellutate: idratano l’organismo aiutando a eliminare le tossine, apportano utili sali minerali e saziano senza alzare troppo il conto calorie. Se nella zuppa si inseriscono poi, oltre alle verdure, anche un po’ di legumi, con patate o cereali o accompagnando la zuppa con una fetta di pane integrale, ecco che il piatto unico leggero per la cena è presto fatto.

Gli alimenti super

In alcuni alimenti sono presenti sostanze particolari che agiscono proprio sugli organi che è importante rimettere in forma per primi:

  • i carciofi contengono un composto chiamato cinarina, che aiuta l’attività del fegato, stimolando la secrezione biliare. Inoltre, sono ricchi di fibre che servono da nutrimento per i batteri “buoni” che popolano il nostro intestino.
  • Il radicchio apporta delle sostanze che, oltre a conferire il caratteristico sapore amaro, stimolano l’azione detossinante del fegato.
  • L’ananas fresco contiene bromelina, un enzima che favorisce la digestione delle proteine e produce un utile effetto antinfiammatorio.
  • Le prugne secche sono perfette per un’azione profondamente depurativa intestinale.
  • L’uva, frutto depurativo per eccellenza, soprattutto quella nera, ricca anche di potenti antiossidanti (antociani) che rendono più elastici e forti i vasi sanguigni.
  • Lo yogurt si rivela un alimento importante per i fermenti che fornisce: sono capaci di degradare ed eliminare una gran quantità di tossine e sostanze indesiderate.

Family Health si impegna a diffondere la cultura della prevenzione consapevoli che il primo passo per il proprio benessere è pensare alla salute.

Prova Family Health e il suo Fascicolo Sanitario Digitale Personale. Archivia i tuoi referti medici, condividi informazioni corrette con il tuo medico e tramanda la tua storia clinica alle generazioni future. SCOPRI DI PIù!

Patrocinato da: