Per offrire una migliore esperienza di navigazione e per avere statistiche sull'uso dei nostri servizi da parte dell’utenza, questo sito usa cookie anche di terze parti.
Chi sceglie di proseguire nella navigazione su magazine.familyhealth.it oppure di chiudere questo banner, esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più consulta la nostra Cookie Policy .

Ho capito, chiudi il banner.

X

Spese mediche sostenute all’estero: come orientarsi?

di Cristina Rigato, commercialista e revisore legale

25 giugno 2018

387 Views

Tra le spese sanitarie detraibili rientrano anche quelle sostenute all’estero. Come le altre spese mediche la detrazione compete secondo il cd. “principio di cassa” secondo cui le fatture datate 2017 verranno utilizzate per il modello 730/2018 o redditi2018 riferito all’anno d’imposta 2017. L’ammontare delle spese va riportato al lordo della franchigia di € 129,11 al rigo E1 del modello 730 o RP1 del modello Redditi.

Vedemecum per orientarsi

1. La detrazione spetta al soggetto al quale è intestato il documento di spesa ed è ammessa anche per le spese sostenute per i familiari a carico. Nel caso in cui il documento sia intestato al figlio fiscalmente a carico la detrazione andrà ripartita tra i genitori in basse all’effettivo sostenimento della spesa.

2.Per quanto riguarda nello specifico le spese mediche sostenute all’estero si precisa innanzitutto che le regole sulla detrazioni vengono applicate senza distinzione rispetto al Paese nel quale si sostengono e indipendentemente dal motivo per cui ci si trovi lì.

3. Il costo è soggetto allo stesso regime previsto per le spese sostenute in Italia, pertanto per la detrazione è necessaria una documentazione dalla quale sia possibile evincere le stesse indicazioni richieste per le spese sostenute in Italia.

4. Nel caso in cui il documento di spesa non riporti il codice fiscale del destinatario, lo stesso potrà essere riportato a mano dal contribuente, mentre la natura, la qualità e la quantità del farmaco dovranno risultare dalla documentazione rilasciata dalla farmacia. Altre indicazioni o forme di autocertificazioni non sono infatti più riconosciute.

5. Se la documentazione è in lingua straniera è necessaria la traduzione, che può essere fatta dal contribuente se la documentazione è redatta in inglese, francese, tedesco o spagnolo. Se redatta in una lingua diversa allora è necessaria una traduzione giurata.

6. Per quanto riguarda l’importo di spesa, se la valuta è diversa dall’euro è obbligatorio applicare il cambio di listino del giorno in cui la spesa è stata sostenuta.

7. Non sono detraibili le spese relative al trasferimento e al soggiorno all’estero anche se dovuto per motivi di salute (Circolare 122/99), fatte salve quelle di degenza in strutture sanitarie in caso di ricovero.

8. Nessuna detrazione è ammessa per l’acquisto online di medicinali da siti esteri, la Legge infatti riconosce la detrazione solo se l’acquisto avviene presso un sito autorizzato alla vendita a distanza dalla Regione o dalla Provincia autonoma o da altre autorità competenti, individuate dalla legislazione delle Regioni o delle Province autonome.

Family Health si impegna a diffondere la cultura della prevenzione consapevoli che il primo passo per il proprio benessere è pensare alla salute.

Prova Family Health e il suo Fascicolo Sanitario Digitale Personale. Archivia i tuoi referti medici, condividi informazioni corrette con il tuo medico e tramanda la tua storia clinica alle generazioni future. SCOPRI DI PIù!

Patrocinato da: