Per offrire una migliore esperienza di navigazione e per avere statistiche sull'uso dei nostri servizi da parte dell’utenza, questo sito usa cookie anche di terze parti.
Chi sceglie di proseguire nella navigazione su magazine.familyhealth.it oppure di chiudere questo banner, esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più consulta la nostra Cookie Policy .

Ho capito, chiudi il banner.

X

Ragazzi sempre più ossessionati dall’estetica e dal ritocchino. Che ruolo ha la tecnologia?

di Maura Manca, Psicologa

25 luglio 2018

209 Views

Sono tante le tendenze che spingono i giovani a seguire ideali di bellezza centrati sul corpo, che viene manipolato e modificato attraverso il fotoritocco o addirittura ricorrendo a diete e chirurgia estetica, alla conquista di un modello che sembra però irraggiungibile.

La ricerca della perfezione spinge molti ragazzi a trovare strategie di ogni tipo per apparire più belli, pur di ricevere approvazione sociale e social e ottenere il maggior numero di like. Passano anche ore a scattarsi foto su foto e, prima di pubblicarle,  le lavorano con programmi specifici per modificare le luci e il proprio corpo per eliminare ogni imperfezione e apparire belli pronti per essere esposti al giudizio dei social.

Il problema non sono le foto o i selfie, si pone quando la propria immagine sovrappone la persona, quando si vive in funzione di come si appare, quando filtri e app non bastano più, non si accetta più la differenza tra l’immagine reale e quella perennemente ritoccata e si è disposti, senza pensarci due volte, a ricorrere a medicina estetica e chirurgia.

Che ruolo ha la tecnologia? E gli adulti?

Sicuramente i ragazzi sono sottoposti alla pressione di media e modelli sociali che diffondono una precisa idea di bellezza, ma non si può addossare tutta la colpa alla tecnologia: quando si arriva a bisturi e laser con la stessa facilità di un click, significa che alla base c’è già una condizione di vulnerabilità psichica, di fragilità interiore.

Sono tanti i ragazzi che presentano un disagio legato alla non accettazione del proprio corpo, a vissuti di insicurezza e bassa autostima. In un mondo in cui l’apparenza e l’estetica sembrano essere tutto, i genitori devono fare da filtro e promuovere nei figli l’accettazione di sé, al di là dell’aspetto estetico.

Bisogna dare il buon esempio e rinforzare la loro autostima a prescindere dall’immagine fin da quando sono piccoli: si possono anche seguire sane abitudini per sentirsi meglio con se stessi, ma è importante non farsi mai condizionare dall’esterno o diventare schiavi del proprio corpo e i genitori, in questo, giocano un ruolo fondamentale.

Family Health si impegna a diffondere la cultura della prevenzione consapevoli che il primo passo per il proprio benessere è pensare alla salute.

Prova Family Health e il suo Fascicolo Sanitario Digitale Personale. Archivia i tuoi referti medici, condividi informazioni corrette con il tuo medico e tramanda la tua storia clinica alle generazioni future. SCOPRI DI PIù!

Patrocinato da: