Per offrire una migliore esperienza di navigazione e per avere statistiche sull'uso dei nostri servizi da parte dell’utenza, questo sito usa cookie anche di terze parti.
Chi sceglie di proseguire nella navigazione su magazine.familyhealth.it oppure di chiudere questo banner, esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più consulta la nostra Cookie Policy .

Ho capito, chiudi il banner.

X

Vaccini sì vaccini no, opinioni discordanti che mandano in tilt i genitori

di Alessio Pappagallo, Ufficio Stampa

18 dicembre 2018

249 Views

Il Fascicolo Sanitario Digitale personale (FSDp) “Family Health” un valido alleato per orientarsi e conservare lo storico delle vaccinazioni della famiglia e condividerle con un semplice click.

Risale ad agosto 2017 la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della nuova legge sulle vaccinazioni obbligatorie e gratuite, passate da quattro a dodici: antipoliomielitica; antidifterica, antitetanica, antiepatite B, antipertosse, anti Haemophilusinfluenzae tipo B, antimeningococcica B, antimeningococcica C, antimorbillo, antirosolia, antiparotite e antivaricella. Vaccini diventati un requisito fondamentale per l’ammissione all’asilo nido e alle scuole dell’infanzia (per i bambini da 0 a 6 anni), pena delle significative sanzioni economiche in caso di violazione dell’obbligo.

Com’è noto, il provvedimento ha, sin da subito, provocato il disappunto di una parte delle famiglie italiane, rinforzando un movimento già esistente, quello dei “No Vax”.

Nel frattempo, le elezioni politiche 2018 hanno portato alla nascita del nuovo Governo a trazione giallo-verde e, di conseguenza, a un cambio di vertice presso il Ministero della Salute. I partiti che sostengono il nuovo esecutivo, infatti, e in particolar modo il Movimento 5 Stelle, hanno da subito deciso di inserire nel cosiddetto “decreto Milleproroghe” un emendamento per eliminare il divieto di iscrizione all’asilo e alla scuola per l’infanzia per i bambini non vaccinati, così come le multe per chi avesse iscritto bambini non vaccinati alla scuola dell’obbligo. Il provvedimento in questione era in linea con quanto promesso in campagna elettorale dal Movimento 5 Stelle e poi presentato in Parlamento dalla stessa maggioranza parlamentare, ricevendo molte critiche.

Alla fine, ad agosto 2018, all’interno del “Milleproroghe” è stato solo inserito un emendamento che ha rinviato l’obbligo di presentazione della certificazione vaccinale per l’iscrizione a scuola al 2019. Da quel momento, molti i pareri discordanti che hanno diviso la stessa maggioranza sul mantenimento o meno dell’obbligo vaccinale così come strutturato e approvato dalla precedente legislatura. Una situazione di impasse che ha fatto restare ad oggi invariata la legge sull’obbligo così come voluta dall’ex Ministro Beatrice Lorenzin.

Secondo quanto recentemente affermato dalla Società Italiana di Pediatria – SIP «la legge non va abolita, ma integrata con provvedimenti volti a tutelare i soggetti più fragili che per varie ragioni non possono essere vaccinati e con la diffusione di programmi di alfabetizzazione sanitaria a partire dalla scuola materna. La legge sui vaccini, infatti, ha permesso in pochi mesi un aumento delle coperture dal 3 al 10% per 10 vaccinazioni (antidifterite-tetano-pertosse-polio-epatite B-emofilo influenzale B e anti-morbillo-rosolia-parotite-varicella)».

Ma come orientarsi per i neogenitori di fronte a un’opinione pubblica e istituzionale così discordante sul tema? Un valido alleato può essere il Fascicolo Sanitario Digitale personale (FSDp) “Family Health”, un archivio digitale riservato disponibile gratuitamente al sito familyhealth.it, dove conservare ad esempio il proprio certificato delle vaccinazioni, un documento che indica quali vaccini e quando sono state effettuati.

Pensato da Biomedia come vero e proprio “alleato” quotidiano della propria salute, prevede oltre al Fascicolo dove salvare tutta la storia clinica propria e della famiglia, un magazine con approfondimenti medico-scientifici di alta qualità e un filo diretto con il medico, tramite un semplice click.

I temi maggiormente trattati dal magazine “Family Health” riguardano proprio la neonatologia e la pediatria, la prevenzione delle principali patologie tramite una sana alimentazione e i disturbi legati all’adolescenza. Grazie agli specialisti coinvolti nel progetto, spesso autori degli articoli del magazine, è possibile orientarsi verso le scelte più corrette nel difficile percorso di crescita di un figlio.

Family Health si impegna a diffondere la cultura della prevenzione consapevoli che il primo passo per il proprio benessere è pensare alla salute.

Prova Family Health e il suo Fascicolo Sanitario Digitale Personale. Archivia i tuoi referti medici, condividi informazioni corrette con il tuo medico e tramanda la tua storia clinica alle generazioni future. SCOPRI DI PIù!

Patrocinato da: