Per offrire una migliore esperienza di navigazione e per avere statistiche sull'uso dei nostri servizi da parte dell’utenza, questo sito usa cookie anche di terze parti.
Chi sceglie di proseguire nella navigazione su magazine.familyhealth.it oppure di chiudere questo banner, esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più consulta la nostra Cookie Policy .

Ho capito, chiudi il banner.

X

Ragazzi che cambiano scuola: come integrarsi con i nuovi compagni?

di Maura Manca, Psicologa

10 settembre 2019

63 Views

Quando si cambia classe e addirittura scuola, non è sempre facile ricominciare, si entra all’interno di un gruppo già costituito, con le sue dinamiche interne già definite. È importante quindi cercare fin da subito di entrare a far parte del gruppo classe senza isolarsi o mettersi in disparte.

La curiosità di chi e come sarà il “nuovo arrivato” se la pongono anche loro. Il primo momento di incontro è sicuramente uno dei più importanti. Consiglio sempre di arrivare anche qualche minuto prima delle lezioni per avere un attimo di tempo per fare conoscenza. Bisogna presentarsi subito, rispettando però gli spazi e i tempi di un gruppo già costituito.  Man mano si deve cercare di essere presenti, di capire le dinamiche già esistenti e di farsi coinvolgere in ciò che fanno. Si deve pensare di trascorrere del tempo con loro, per esempio nella ricreazione e nei cambi dell’ora o di classe. È importante anche l’attività social, si deve capire se hanno attivi dei gruppi classe, farsi aggiungere a questi gruppi e far parte della chat, entrando sempre in punta di piedi per evitare l’effetto invasione.

È normale che ci possa essere la preoccupazione iniziale dell’incognita, noi temiamo ciò che non conosciamo e, tendenzialmente, i pensieri sono più negativi che positivi.  È altrettanto normale avere anche paura di non essere accettato dai nuovi compagni. Le paure servono anche per valutare i nostri comportamenti, per farci stare sempre dentro dei limiti e non fare il passo più lungo della gamba. La paura non deve bloccare, non deve diventare eccessiva e inibire. Ci sono dei tempi normali di accettazione ed inserimento all’interno di un gruppo. Non bisogna avere neanche troppe aspettative e illusioni. Spesso alle illusioni seguono le delusioni. Si deve valutare la realtà e viverla così come viene.

Non si deve pensare solo al rendimento scolastico, la scuola è fatta di tanti aspetti e, il rapporto con i compagni è fondamentale per garantire una buona qualità della vita anche dentro le mura scolastiche. Il tempo che trascorrono in classe è veramente tanto per cui, il rapporto con i compagni può essere arricchente e di supporto o un peso difficile da gestire. Per questo, bisogna avere pazienza, essere parte più attiva del gruppo, interagire di più, evitare di isolarsi e non avere aspettative a breve termine. È un lavoro di reinserimento e quindi necessita del suo tempo.

Family Health si impegna a diffondere la cultura della prevenzione consapevoli che il primo passo per il proprio benessere è pensare alla salute.

Prova Family Health e il suo Fascicolo Sanitario Digitale Personale. Archivia i tuoi referti medici, condividi informazioni corrette con il tuo medico e tramanda la tua storia clinica alle generazioni future. SCOPRI DI PIù!

Patrocinato da: