Per offrire una migliore esperienza di navigazione e per avere statistiche sull'uso dei nostri servizi da parte dell’utenza, questo sito usa cookie anche di terze parti.
Chi sceglie di proseguire nella navigazione su magazine.familyhealth.it oppure di chiudere questo banner, esprime il consenso all'uso dei cookie. Per saperne di più consulta la nostra Cookie Policy .

Ho capito, chiudi il banner.

X

La gestione della propria salute in vista di una prevenzione personalizzata

di Giovanni Corsello, Professore Ordinario di Pediatria

22 aprile 2020

303 Views

L’emergenza Coronavirus ha modificato in modo brusco e rilevante stili di vita e abitudini delle popolazioni di tutto il mondo compresa l’Italia. Ha confinato in casa persone di tutte le età per ridurre la circolazione del virus e limitare l’impatto di una malattia nuova e non ancora conosciuta, in grado di sviluppare una patologia respiratoria grave a rischio di ricovero in terapia intensiva e di mortalità. Un rischio particolarmente elevato per le persone anziane e con malattie croniche.

Uno dei rischi poco considerati in questi mesi di pandemia è legato alla riduzione dei controlli medici e sanitari previsti ed effettivamente fatti dai pazienti. Riduzione dovuta a fattori diversi:

  1. difficoltà organizzative
  2. carenza delle opportunità offerte dal SSN
  3. difficoltà economiche
  4. paura di frequentare ambienti sanitari per non entrare in contatto con persone potenzialmente positive al coronavirus e quindi a rischio di contagio

Una scarsa adesione delle persone ai percorsi di cura, controllo e prevenzione è in grado di far peggiorare la salute della popolazione, che nel frattempo ha anche dovuto ridurre la sua attività motoria quotidiana e settimanale ed ha verosimilmente aumentato il suo input calorico medio per una alimentazione meno attenta in media ai principi nutrizionali di equilibrio.

Da queste premesse emerge la necessità di diffondere e condividere una maggiore consapevolezza dei principi di prevenzione e della necessità di garantire i normali percorsi di cura anche in periodi di oggettive difficoltà quali sono quelli attuali legati alla gestione difficile di una drammatica e imprevista pandemia.

Disporre di uno strumento di educazione e di gestione della propria salute, sicuro, affidabile e accreditato, che consente di interagire con il mondo medico per la programmazione degli interventi consente un salto di qualità in queste fasi di isolamento o di più difficile interazione con il SSN. Family Health ha il profilo di un supporto prezioso per il singolo e per la sua famiglia, soprattutto per chi ha una patologia cronica, per chi segue delle terapie a lungo termine, per chi ha fattori di rischio familiari o personali che lo espongono con probabilità maggiore a complicanze ed eventi inattesi.

La medicina personalizzata è anche una medicina partecipativa e preventiva. Presuppone oggi una nuova modalità di interazione tra il cittadino e la sua salute, tra il cittadino e gli operatori del sistema sanitario. Partecipazione vuol dire anche capacità di cogestire il proprio percorso di salute, attraverso la raccolta, la conservazione e la valorizzazione degli esami e delle indagini diagnostiche fatte, programmando nel contempo quelle successive. Partecipare è quindi un presupposto per una prevenzione consapevole ed efficace, che gioca ed agisce sul singolo ma che quando si estende su una scala più larga e quando opera su contesti più ampi diviene occasione strategica di promozione della salute pubblica.

Family Health si impegna a diffondere la cultura della prevenzione consapevoli che il primo passo per il proprio benessere è pensare alla salute.

Prova Family Health e il suo Fascicolo Sanitario Digitale Personale. Archivia i tuoi referti medici, condividi informazioni corrette con il tuo medico e tramanda la tua storia clinica alle generazioni future. SCOPRI DI PIù!

Patrocinato da: