Seconda lettera per la Ministra Fedeli. Il mio motto è: più biciclette e meno smartphone

Chiarissima Ministra, oggi i giornali rilanciano la notizia in base alla quale lei ha confermato di voler emanare un regolamento che rende obbligatoria la presenza di un genitore all’uscita dalle scuole medie, così che il ritorno a casa degli studenti avvenga sotto la supervisione e la responsabilità di un adulto. Lei, allo stesso tempo, è la Ministra che ha messo al lavoro una Commissione che dovrà emanare le norme per

Comunicare con gli adolescenti: una sfida non impossibile

Gli adolescenti ci appaiono sempre più come appartenenti ad una sorta di comunità chiusa che vive in un mondo tutto suo. Quasi una “enclave”, refrattaria ad entrare in contatto e comunicare con gli “abitanti” del territorio che la circonda. E quegli abitanti siamo noi.       Se è vero, oltre che estremamente suggestivo, quanto diceva Roberto Burgio – riferimento indiscusso della pediatria italiana – “l’adolescente eredita il bambino che

Quali sono i fattori che influenzano maggiormente la crescita di un figlio?

I problemi dei figli dipendono dall’interazione di più fattori e il peso più rilevante lo rivestono quelli familiari, ambientali e scolastici.         Davanti a disagi o a comportamenti devianti di bambini o di adolescenti, ci si interroga in genere su quale possa essere la “causa” scatenante. La risposta è molto semplice, quando si parla di problemi emotivi, di disagi o di devianza, la causa non esiste. Si

Ma davvero commetto un reato se mio figlio preadolescente torna a casa da scuola non accompagnato?

Una recente sentenza della Corte di Cassazione stabilisce che all’uscita della scuola media i figli possono oltrepassare il cancello per andare a casa solo se c’è un adulto responsabile che si fa carico del loro riaccompagnamento. Ovvero: hai 14 anni, magari sei alto 1 metro e settanta, forse hai già baciato una ragazza, quasi certamente da almeno tre anni possiedi uno smartphone, probabilmente hai già navigato in siti per adulti,

Primo giorno di scuola: l’inizio di un’avventura

Ci sono tanti “primi giorni di scuola” nella vita di ciascuno, ma il primo giorno delle scuole medie e il primo giorno delle scuole superiori hanno una rilevanza particolare, perché interessano un’età molto delicata, quale è l’adolescenza.       Ci sono tante “prime volte” o “primi giorni” nella vita di ciascuno e, naturalmente, la maggior parte di queste prime esperienze sono concentrate nell’infanzia e nell’adolescenza in cui tutto è

Lavorare in estate? L’esperienza dei campi di volontariato

Lavorare in estate? Un'esperienza di vita da non tralasciare. Sono sempre più i giovani sotto i 18 anni (ma anche maggiorenni) che scelgono di trascorrere qualche giorno di vacanza in un campo di volontariato. Si chiamano anche campi di lavoro e sono ormai numerosi, gestiti da associazioni non profit, sia in Italia che all’estero. A carico dei volontari sono di solito il viaggio e la quota d’iscrizione (accessibile), mentre la
Ragazzo con ritardo dello sviluppo puberale

Adolescente con ritardo dello sviluppo puberale: cos’è, cosa fare

Il seno che tarda a formarsi, le mestruazioni che non arrivano o il ritardo in generale dei caratteri sessuali secondari nell’adolescente sono motivo di preoccupazione nei genitori e di ansia nei ragazzi, che vedono nel ritardo dello sviluppo puberale eventuali conseguenze sulla maturazione sessuale e la capacità riproduttiva. Quando si può pensare a un ritardo dello sviluppo puberale? Attualmente nei Paesi europei l’inizio della pubertà avviene tra gli 8 e

La mia vita da zucchina: quando l’unione fa (e dà) la forza

Un film di Claude Barras. Con Gaspard Schlatter, Sixtine Murat, Paulin Jaccoud, Michel Vuillermoz, Raul Ribera.  Titolo originale Ma vie de courgette. Animazione,  Ratings: Kids+13, durata 66 min. - Svizzera, Francia 2016.  Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13   GUARDA QUI IL TRAILER  Trama Icaro vive con una mamma alcolista. Guarda il cielo dalla finestra e fa volare verso l’alto il suo aquilone su cui ha disegnato

Sesso tra adolescenti: tempo d’estate e di prevenzione

Tempo d’estate e di prevenzione per il sesso tra adolescenti che, nonostante i social e internet sempre connesso, ignorano il pericolo di infezioni e virus trasmettibili sessualmente. L’estate rende “leggero” il pensiero e si agisce con più facilità. Attenzione, perché il rischio di contrarre malattie trasmissibili sessualmente è sempre in agguato. Non bisogna essere leggeri con la salute e la prevenzione, bisogna imparare a proteggersi.   Dottor Stefano Vella Abbiamo

Empatia: cos’è e perché va allenata negli adolescenti

Quante volte avete provato a intavolare un discorso con vostro figlio adolescente? Spesso sembra di parlare con extraterrestri: saccenti, assenti, arroganti, mugugnanti esseri che vivono su un altro pianeta e faticano a raccontare la loro giornata. Figurarsi a esternare ciò che provano. Sanno provare empatia, se non riescono a esprimere come si sentono? L'empatia può prevenire fenomeni come il cyberbullismo? Una bella sfida! Un altro grande compito per noi genitori.