Neonato prematuro, garantire la migliore assistenza possibile

Bianca è nata prematura a 32 settimane, perchè la mamma aveva la pressione alta, troppo alta. Un problema che si chiama preeclamsia o gestosi gravidica. Oggi Bianca ha 17  anni, occhi azzurri, frequenta il liceo e la sua giornata è piena di impegni e di sogni come tutte le ragazze della sua età. Gioca a pallavolo, le piace cantare e suonare la chitarra. Ha una voce calda, profonda, determinata. Niente

Alimentazione del neonato prematuro, cosa fare

L'alimentazione nel neonato prematuro rappresenta un elemento cruciale per la sua salute a lungo termine. L’effetto positivo di una crescita adeguata durante il primo anno di vita non si esaurisce infatti nel breve termine ma persiste anche negli anni successivi, fino all’età adulta. Emerge pertanto l’importanza di personalizzare l’intervento nutrizionale, ponendo attenzione al monitoraggio dello stato nutrizionale e avvalendosi delle misurazioni antropometriche (peso, altezza, circonferenza cranio) e della valutazione della composizione corporea.

Latte artificiale. Quando l’allattamento artificiale è giustificato?

Il latte materno è l’alimento ideale del bambino, anche prematuro, ma esistono delle condizioni di salute che giustificano l'astensione dall'allattamento materno. Condizioni di salute del bambino Alcune malattie rare (es. galattosemia, malattia delle urine a sciroppo d’acero, ecc.) controindicano il latte materno e il bambino dovrà essere allattato con un latte speciale, modificato per soddisfare le sue esigenze metaboliche particolari. In altre situazioni il latte materno è l’opzione migliore, ma

Latte artificiale, come sceglierlo

Quando si presentano controindicazioni all’allattamento materno legate a problemi ben definiti di salute della madre o del bambino (leggi Latte artificiale. Quando l'allattamento artificiale è giustificato), diventa indispensabile far ricorso al latte artificiale o in formula. Va precisato che questi prodotti, nonostante i progressi delle conoscenze, non sono in grado di copiare la complessità e la specificità del latte materno, non solo dal punto di vista nutrizionale, ma soprattutto da