Torta di mele con Stevia

Le ricette Prevenzione di Marco Bianchi – Torta bassa di mele senza zuccheri…Ma con stevia

Attenzione a quanto siete dolci! Giusto esserlo nella vita, ma poco (davvero poco) a tavola e soprattutto quando scegliamo di esserlo, dobbiamo farlo con un adeguato apporto di fibre. Un tempo le fibre si assumevano per dimagrire o per “svuotarsi”. Leggi anche Dolci, quali zuccheri scegliere per star bene senza rinunciare al gusto     Vi propongo un'ottima torta di mele senza zuccheri. Sarà buona? Buonissima! Perchè, oltre le mele, dolci

Diabete e giovani: l’incredibile accade

Dal 1975 opera a Milano l’Associazione per l’Aiuto Ai Giovani Diabetici (AAGD Lombardia), prima onlus ad autocostituirsi per affiancare e aiutare i ragazzi e i bambini con diabete e le loro famiglie.         Sul sito di riferimento si autodefinisce “una grande famiglia allargata dove trovare sempre un sostegno, un conforto, dove incontrarsi ed essere meno angosciati”. Sì, perché “l’esordio di una malattia diabetica – ci spiega la

Alimentazione per il cuore, i consigli del cardiologo

Fino all'85% delle malattie cardiovascolari possono essere evitate adottando uno stile di vita sano e quindi niente fumo, poco alcol, attività fisica regolare e dieta corretta.  Abbiamo chiesto a Roberto Ferrari, Direttore Cardiologia e Dipartimento di Scienze Mediche dell’Università di Ferrara quali alimenti preferire e quali invece eliminare o consumare con moderazione per seguire un'alimentazione amica della salute del cuore. Prof. Ferrari che tipo di regime alimentare deve seguire chi soffre di

Contro obesità e diabete niente più aerobica

di Stefano Milia, fisioterapista e personal trainer Niente più aerobica e niente più soglia degli almeno 40 minuti di esercizio fisico contro obesità, diabete e sindrome metabolica.  L’esercizio di alta intensità e di breve durata (3 minuti) sembra portare agli stessi risultati, se non migliori addirittura rispetto alla ginnastica cardiovascolare. I risultati di uno studio scozzese.     "E' notevolmente più efficace un protocollo di lavoro ad alta intensità che